RFID - Identificazione automatica a radiofrequenza.

Notizie, novità e risorse dall'Italia e dal mondo sull'RFID: la tecnologia, le soluzioni, le società, le persone, gli aspetti etici e sociali

Home Page | Notizie | F.A.Q. | Glossario | Eventi | Aziende | Leggi e Provvedimenti | Risorse | Tesi | Contatti | Collegamento al feed RSS delle notizie di newsrfid.com Feed RSS

Iscriviti alla newsletter di newsrfid.com!
(Informativa sulla privacy)

Ricerca personalizzata

Home Page » Notizie sull'RFID » Soluzioni RFID » Basta punture. La glicemia la misura l'RFID

Collegamento al feed RSS delle notizie di newsrfid.com Prendi il feed RSS delle notizie di newsrfid.com!

4 Ottobre 2007 - Basta punture. La glicemia la misura l'RFID

in "Soluzioni RFID"
In via di realizzazione un chip RFID che, una volta impiantato, mantenga costantemente sotto controllo la percentuale di glucosio nel sangue dei pazienti diabetici.

Nonostante le feroci polemiche sorte in questi ultimi mesi, non si fermano i progetti di ricerca che riguardano l'utilizzo di chip RFID impiantati all'interno del corpo di esseri umani. Se da un lato sembra infatti essere leggermente diminuito l'interesse ad un loro utilizzo come puri sistemi di riconoscimento, dall'altro parte della comunità scientifica internazionale continua a credere che possano rivestire un ruolo primario come strumenti di monitoraggio delle condizioni di salute del portatore.

A questo proposito segnaliamo una notizia proveniente dalla Florida, pubblicata proprio in questi giorni sulle pagine del sito RFID Weblog, riguardante una nuova possibile applicazione medica dei chip RFID impiantati. VeriChip, leader a livello mondiale nel campo degli impianti umani RFID, ha infatti rilasciato proprio in questi giorni un comunicato stampa tramite il quale ha annunciato di stare lavorando a un nuovo prodotto dedicato a tutte le persone che soffrono di diabete.


La maggior parte di coloro che sono affetti da questa patologia hanno la necessità di effettuare frequentemente il controllo della glicemia, ovvero la percentuale della presenza del glucosio all'interno del sangue. Questa operazione, sebbene negli anni sia diventata sempre più rapida e gestibile in totale autonomia, è ancora discretamente invasiva: per realizzarla è infatti necessario farsi una piccola puntura su una delle dita, prelevare una goccia di sangue con un striscetta codificata e inserirla all'interno di un apparecchio portatile, che la analizza e comunica i risultati. Certamente un'abitudine non piacevole per chi è costretto a farlo molto di frequente, oltre al fatto che i risultati, influenzati da possibili fattori ambientali e errori nella procedura, rischiano di non essere perfettamente accurati.

Per superare questa situazione, VeriChip, i cui chip RFID ricordiamo sono già stati impiantati - per ragioni mediche o di identificazione- nel corpo di oltre 2.000 cittadini americani, ha stretto un accordo con l'azienda specializzata nello sviluppo di applicazioni biomediche Receptors Inc. per sviluppare una soluzione totalmente RFID based che consenta un agevole controllo del livello di glucosio. Il progetto prevede l'impiego di un bio-sensore dotato di un minuscolo chip RFID che, una volta impiantato, analizzi la presenza e la quantità di zuccheri nel sangue. L'analisi effettuata non è costante e continuativa, ma viene effettuata "su richiesta" al momento della lettura dello scanner RFID, che in seguito visualizza i risultati su un display: in questo modo è possibile pensare di utilizzare sensori autoalimentati direttamente grazie all'energia di lettura, e quindi privi di batteria.

Un'applicazione potenzialmente molto interessante, attualmente ancora in fase di studio in vista del rilascio dei primi prototipi funzionanti nel giro di 6 o 12 mesi, ma che dovrà molto probabilmente fare i conti con l'ostilità generalmente diffusasi nei confronto dell'utilizzo di chip RFID all'interno del corpo umano. Il pronunciamento del senato della California, che abbiamo segnalato all'inizio di settembre, e la pubblicazione della ricerca ipotizzante una correlazione tra l'impianto di chip RFID e l'insorgenza anomala di tumori maligni, anch'essa segnalata su queste stesse pagine, non hanno certo arrestato l'ambito di sperimentazione, ma hanno palesato la necessità di test e controlli più severi ed accurati, che offrano garanzie assolute di sicurezza, sia in termini fisici che di privacy.


Ultime 10 notizie

16/11/2009 - Il prossimo iPhone sarà RFID?

13/10/2009 - A due anni dal primo progetto Manpower sceglie di implementare il suo sistema RFID

11/09/2009 - Con la nuova Carta di Ateneo l'Italia fa un importante passo avanti nel campo dell'RFID e dei pagamenti contactless

21/08/2009 - Tessera del tifoso: il governo italiano e Telecom scelgono l'RFID per l'accesso agli stadi di calcio

22/07/2009 - Da DAILY RFID tag e reader a basso costo per il controllo accessi

22/06/2009 - Dal Cedites arriva il rapporto sulla diffusione dell'RFID nella filiera italiana del fashion

26/05/2009 - Innovazioni RFID anche dall'Italia: ecco i nuovi reader a radio frequenza UHF con bluetooth di CAEN RFID

11/05/2009 - La casa automobilistica Ford pensa alle famiglie e si affida all'RFID

21/04/2009 - Amusement, la rivista di videogames e high tech che offre contenuti extra via RFID

06/04/2009 - Un incendio? Ci pensa l'RFID a localizzare le persone in pericolo all'interno degli edifici

10 notizie più lette

30/03/2006 - Anche la Procte & Gamble si affida alla radiofrequenza

16/11/2009 - Il prossimo iPhone sarà RFID?

13/12/2005 - Nasce il forum di News RFID

07/10/2005 - La Fiera di Parma ospita FOOD ID 2005, il primo forum internazionale sulla tracciabilità alimentare

16/10/2008 - RFID alla conquista del gioco d'azzardo: anche il mondo dei casinò punta sull'identificazione a radio frequenza!

06/04/2009 - Un incendio? Ci pensa l'RFID a localizzare le persone in pericolo all'interno degli edifici

13/10/2009 - A due anni dal primo progetto Manpower sceglie di implementare il suo sistema RFID

11/09/2009 - Con la nuova Carta di Ateneo l'Italia fa un importante passo avanti nel campo dell'RFID e dei pagamenti contactless

30/08/2007 - Office Depot: un altro grande marchio sceglie i pagamenti contactless

21/08/2009 - Tessera del tifoso: il governo italiano e Telecom scelgono l'RFID per l'accesso agli stadi di calcio



Lascia il tuo commento!

Hai trovato questo notizia interessante? Se vuoi dire la tua o qualsiasi altra cosa ti venga in mente, lascia il tuo commento!

N.B. Tutti i campi sono obbligatori

Scrivi il tuo commento!

* campi obbligatori

Visual CAPTCHA




© 2004 - 2017 Axura SRL | Vuoi saperne di più sul VoIP? Visita Voipping - Notizie VoIP